Sotto no, ma sopra… C’è tutta una goulottina!

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Cazzaniga - 24
 
14 Marzo 2015
“Sabato Cazzaniga?” 
“Cazzo che telepatia, volevo proportelo io”. Così la cordata è formata, War estende l’invito anche al Panz, il quale è dubbioso. 
“Ghiaccio ce nè nel cazzaniga?”
“Guarda, quasi sicuramente sotto no, ma sopra… sopra c’è tutta una goulottina!!!” quindi, da buon pesce di lago, Panz abbocca facilmente all’amo tirato dal garante (o incappucciato, a seconda dei casi)…
 
Ci leghiamo, partiamo e in tempo zero iniziano a cadere meteoriti da ogni parte, ma siccome “non esiste roccia marcia, ma solo arrampicatori mediocri” e perché non vediamo l’ora della parte alta su ghiaccio, continuiamo a salire...
Arrivati alla sosta dove bisogna calarsi, Panz guarda la sosta e non parla, war vuole rinforzarla a destra, io a sinistra. 
 
Così la cordata passa momenti surreali in cui ognuno inizia a martellare chiodi ma dove ben presto si capisce che la lama in cui c’è l’unico chiodo di sosta è una EXPANDING FLAKE. Quando quindi l’unico chiodo viene estratto con le mani, decidiamo ufficialmente che dobbiamo riorganizzare le idee per non ritrovarci all’attacco del Comera in tempo zero… Abbandoniamo un paio di chiodi, ci caliamo e siamo quindi pronti e carichi per la parte su ghiaccio.
 
Ci sleghiamo e saliamo la lingua di neve, i nostri sguardi cercano avidamente l’azzurro, non quello del cielo ma quello dell’acqua ghiacciata. Il problema è che da questo momento in poi, vediamo solo varie tonalità di grigio, altre di verde e sentiamo continuamente il rumore del ferro dei ramponi che gratta sulla roccia. Sarà forse perché ha fatto caldo tutta settimana? Strano, meteo-Guerra non dava rialzo termico…
 
Così, con un’arrampicata veramente brutta da vedere, “raspiamo” i nostri tre miserabili corpi su per caminetti, placche e prati (eh si, non solo non c’era ghiaccio, ma neanche neve…). 
Usciamo in cresta ci abbracciamo e War, contento come un bambino esclama:
“da queste parti non conta fare il 7a, conta soltanto avere la testa solida” BBBAGAI!!!!
 
Non so perché, non so come, ma se nel canale le parole che uscivano erano solo “che schifo”, “che schifezza”, “che merda”, una volta fuori si sono trasformate in “che bello”, “stupendo” e “che figata”. Forse eravamo solo euforici di essere usciti incolumi… o forse no!
 
Coroniamo l’avventura da Steven, il quale è contento di reidratarci a base di cocktail fluorescenti e dove forse ci facciamo prendere un po’ la mano… Se volete la 626 in montagna, allora proibite anche la vendita di alcoolici nei rifugi!!!
 
MOS 
 
 

Commenti   

 
Lou Reed
+1 #4 Lou Reed 2015-04-17 16:27
The power of positive drinking....forse
Citazione
 
 
Barbagianni
+4 #3 Barbagianni 2015-04-13 15:16
Se serem al Bianc...
Citazione
 
 
John Barbella
-5 #2 John Barbella 2015-04-11 19:36
WTF expanding flake?
Citazione
 
 
Mr Goulottina
+8 #1 Mr Goulottina 2015-04-11 19:09
Sotto no... Ma sopra! FUUUUUUU
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

/

all rights reserved - AsenPark.it - 2009

template joomla by JoomSpirit